RAGAZZI DELLE SUPERIORI

L'esperienza che il Centro propone ai ragazzi delle scuole superiori ha come unico scopo che possano diventare sempre più loro stessi, attraverso alcuni gesti educativi. 

 

Ci vediamo ogni venerdì alle 14.30 al Centro per il pranzo insieme e alle 15.30 per il raggio (incontro di riflessione sulla propria esperienza a partire da un testo o una domanda).Il Centro è aperto il martedì, mercoledì e giovedì pomeriggio per i ragazzi delle superiori per studiare insieme, a partire dalle 14.30.


EDUCARSI ALLA CULTURA

Lo studio

Tutti i pomeriggi, dal martedì al venerdì, per i ragazzi delle superiori, è possibile trovarsi a studiare insieme presso i locali del Centro. Con la collaborazione di insegnanti e universitari, si offre un metodo di lavoro e un aiuto nelle difficoltà dello studio, anche in base alle esigenze dei ragazzi. Questa iniziativa rappresenta la grande occasione per verificare la pertinenza della proposta educativa che viene fatta al Centro con tutti gli aspetti della vita. Dallo studio insieme, inoltre, spesso nascono ulteriori iniziative di approfondimento promosse dagli stessi ragazzi. In particolare, durante l’anno viene organizzata una serie di incontri che vedono la partecipazione di personalità quali docenti o giornalisti e che mettono a tema diversi aspetti dello studio dei ragazzi (un autore letterario, un periodo storico, etc.).

Il raggio

Ogni settimana i giovani si incontrano per un momento di confronto sulla propria esperienza. Si tratta di un momento di dialogo e di paragone in cui quello che accade e scopre ciascuno è occasione di crescita per tutti e di conoscenza del cristianesimo. Quest’ultima non si ottiene tramite un discorso, infatti il metodo proposto ai ragazzi è quello di “partire dall’esperienza”, che è ciò che si scopre affrontando quello che la vita pone davanti, dalla famiglia allo studio agli amici.


EDUCARSI ALLA CARITA'

Un modo nuovo di vivere il volontariato

A tutti i ragazzi delle scuole superiori è proposto un gesto di caritativa settimanale o quindicinale. Ad alcuni viene indicato di aiutare adulti e universitari nell’organizzazione delle attività per i ragazzi delle elementari (Stelle di San Lorenzo) e delle medie inferiori (Barca di Pietro). La maggior parte dei liceali, però, si impegna presso due ospizi, nell’offerta di una compagnia agli anziani che li abitano.

 

La caritativa rappresenta un modo semplice ed efficace per educarsi alla gratuità, poiché i ragazzi decidono liberamente di dedicare due ore alla settimana del proprio tempo libero per servire dove c’è bisogno  e per accorgersi che tutto quello che siamo lo riceviamo.

 

Lo strumento educativo dal quale i ragazzi si fanno aiutare è "il Senso della Caritativa", testo che puoi scaricare qui sotto.

 

Download
Scarica il Senso della Caritativa
Il+senso+della+caritativa.pdf
Documento Adobe Acrobat 57.8 KB

IL TEMPO LIBERO

Tutta l’attività del Centro vuole esaltare ed educare il tempo libero, quel momento in cui, potendo fare quello che si vuole, si è costretti a capire cosa si desidera per sé.

I ragazzi del liceo, di norma due volte al mese, organizzano il sabato sera da passare insieme con varie attività che si alternano: canti, cineforum, incontri con personaggi della società civile, testimonianze, presentazione di libri.

Un momento privilegiato per portare avanti questa proposta educativa nel tempo libero è rappresentato dalle vacanze invernali e dalla lunga pausa scolastica durante l’estate. Durante le vacanze invernali (di norma tra Capodanno e l’Epifania) viene proposta l’iniziativa “Vacanze romane”: i ragazzi passano tutta la giornata al Centro tra studio insieme, gite, visite (soprattutto nella città di Roma) e serate con cineforum, canti o giochi. Durante l’estate, invece, lo studio insieme è proposto in particolare a coloro che devono affrontare la maturità, mentre per tutti gli altri si propongono attività di sistemazione della struttura del Centro, in particolare per la preparazione della festa di inizio estate.